Background Image

“Me la sono andata a cercare”: Tommy Dibari presenta il suo romanzo al Cinema Opera di Barletta

L’attesa è stata lunga e intensa, ma il countdown per la presentazione ufficiale sta per terminare: ancora un weekend di pazienza e l’autore barlettano Tommy Dibari svelerà nella sua città natale radici e segreti di “Me la sono andata a cercare”,il suo quarto romanzo, il terzo scritto a due mani. Il titolo scelto che di per sé è tutto un programma: è la storia di un viaggio che parte da Barletta, la città natale dell’autore. Uno spazio bellissimo e pettegolo al tempo stesso, nel quale l’amore per la scrittura che Dibari definisce bonariamente come una “malattia” non passerà, anzi crescerà negli anni. Le incessanti ricerche di scuole che nella regione accogliessero il suo progetto all’alba del terzo millennio si alterna con il costante desiderio di spiazzare i suoi allievi, costringendoli ad aprirsi, in scuole sempre più simili a ospedali, nei quali si respingono i malati e si curano i sani. “E’ un onore per me essere nelle maggiori librerie italiane –spiega Dibari- con un libro nel quale racconto l’età della giovinezza, quella in cui fagocitavi i sogni, costantemente proiettato verso l’avvenire. Quella proiezione ti faceva dimenticare il presente, però forse ti faceva dimenticare anche le risposte che la creatività richiedeva dentro di me quando veniva ad abitarmi”. L’appuntamento è fissato per lunedì 30 Ottobre alle ore 19presso il Cinema Opera di Barletta, in Via Matteo Renato Imbriani 27. Ingresso libero.
Qualche settimana fa Dibari aveva sceltoscelto la via dei social per annunciare l’arrivo nelle principali librerie italiane, sul circuito Ibs e su Amazon di “Me la sono andata a cercare” (Cairo editore, pp. 142, 13 euro), opera nella quale la scrittura creativa è assoluta protagonista: apre le porte verso mondi abitati da un’umanità fragile, come il centro di salute mentale, il carcere e un ricovero per anziani, dove Tommy frequenta la sua personale scuola di vita. Ora il tour per le piazze italiane ha preso il via, tra confronti, racconti e incroci. Come quelli dei tanti personaggi che combattono i propri demoni e si alternano nel volume: da Pino, detto Pinuccia, a Peppe il bambino che vuole essere o squalo, fino a Gino che parla della morte in cambio di una caramella al limone e ancora Michele, Pierluigi, Domenico, Carmine e Matteo. Volti e voci che Dibari non dimenticherà più e dalle quali sarà accompagnato per sempre. “Sarà un’occasione per abbracciarvi forte tutti –racconta entusiasta Dibari- bere un bicchiere di vino insieme e partire con la fatica e la gioia del tour lungo tutto lo stivale”.
Il lancio del volume nella Città della Disfida è all’insegna della curiosità: una partnership con il comitato cittadino “Le strade dello shopping” e la libreria “La penna blu” ha infatti portato in vetrina 12 copie di “Me la sono andata a cercare” grazie all’iniziativa LibroShopping. Altrettante attività commerciali (nel dettaglio Broadway Red, Calzedonia, Corso60, Depintokids, Gallery , Ginevra Russo, Intimissimi, Marily , Ottica Carabellese , Ottica Opto, Ottica Spadaro, Ruta) ospitano un corner con una copia del nuovo romanzo dell’autore barlettano.
TOMMY DIBARI- Nato a Barletta nel 1974, è a scrittore, autore televisivo, pubblicitario e docente di scrittura creativa presso il Centro Internazionale Alti Studi Universitari. E’ stato tra gli autori di programmi televisivi come Striscia la Notizia, Artù, Paperissima e Paperissima Sprint. Ha scritto per teatro e cinema ed è anche paroliere musicale. Insieme con Fabio Di Credico ha pubblicato La Cambusa. Storia d’amore e di altre malattie (Rizzoli, 2007) e Non ho tempo da perdere (Cairo, 2011). Nel 2015, sempre con Cairo Editore, ha pubblicato Sarò vostra figlia se non mi fate mangiare le zucchine.

barlettatimeout.com

barlettatimeout@gmail.com

X