Background Image

RICETTA DELLE FRITTELLE

Ecco la ricetta de “i frittl”

Le frittelle barlettane solleticano il palato dei più, specie il 7 dicembre, a ridosso dell’Immacolata.

Già dai primi giorni del mese natalizio le vie della città sono invase dal tipico odore di fritto, che prelude a piacevoli esperienze gustative. Salate, mangiate calde, fredde, vuote o ripiene le frittelle barlettane, i “frittl” imperversano in città.

Chi prenota la pasta dal fornaio, chi realizza le frittelle a mano in ossequio alla ricetta tradizionale: tutte le famiglie si riuniscono a tavola per gustare questa saporita e sostanziosa preparazione.

Vogliamo qui proporvi la ricetta di questa perla del patrimonio culinario barlettano, per mantenere viva la fiamma di un passato altrimenti dimenticato.

Frittelle Barlettane

Ingredienti

• 600gr di farina 00
• 200gr di patate lesse e schiacciate
• 50 gr di olio evo
• 25gr di lievito di birra (un cubetto)
• sale q.b.
• acqua tiepida

Preparazione

Su una spianatoia disponete la farina a fontana, mettete le patate e amalgamate con l’olio d’oliva.
Aggiungete il sale e iniziate a versare acqua tiepida. Aggiungete il cubetto di lievito e continuate a versare acqua fino a che l’impasto risulti morbido ed elastico, simile a quello della pizza.
Formate una palla, mettetela in una ciotola capiente. Coprite e lasciate riposare per almeno 15 minuti. Quando il volume dell’impasto sarà raddoppiato ricavate dei quadratini di circa 3- 4 cm di lato.

Per una procedura più sbrigativa, potete tirare la pasta “a pizzicotti”, anche se la forma delle frittelle risulterà irregolare.

Se volete le classiche frittelle vuote immergete i quadratini o i pizzicotti di pasta nell’olio bollente. Quando si saranno gonfiati, scolateli e poneteli su carta assorbente.

Per ottenere frittelle farcite dovrete realizzare quadrati di almeno 7 cm, farcirli con il ripieno che più vi piace e sigillare bene i bordi della frittella, per evitare che la farcia fuoriesca in cottura.

Le frittelle barlettane possono essere gustate con ripieno di tonno, pomodorini, olive nere e acciughe. Mozzarella e pomodoro o mozzarella e prosciutto sono altri possibili varianti.
Le frittelle vuote si rivelano un valido accompagnamento a cime di rapa stufate o ricotta forte, la cosiddetta ricotta “scuanta”.

barlettatimeout.com

barlettatimeout@gmail.com

Nessun commento

Siamo spiacenti non è possibile commentare al momento.

X