Background Image

Cartellate

Cartellate pugliesi: una delizia irrinunciabile

Le cartellate pugliesi sono una squisitezza alla quale è difficile resistere. Note già dal XVI secolo col nome dialettale di “carteddate”, si tratta di dolci caratteristici di Barletta e di tutta la Puglia settentrionale. La loro forma ricorda quella di corone dai bordi zigzagati che creano spazi quadrati da riempire con del buon vin cotto o miele, a seconda dei gusti. Vediamo la ricetta delle deliziose cartellate pugliesi.

Cartellate pugliesi: la ricetta

Ingredienti per 6- 8 persone

• 1 kg di farina 00;
• 200 ml di olio d’oliva;
• 40 g di lievito di birra in polvere;

Preparazione

Impastiamo la farina con olio di oliva e lievito di birra, fino a ottenere un impasto molto simile a quello della pizza. Se l’impasto risulta troppo secco aggiungiamo un po’ di acqua calda per ottenere una palla liscia e omogenea.
Copriamo la massa con un canovaccio o riponiamola in un contenitore ermetico, e lasciamo lievitare per almeno 2 ore.
Dalla massa lievitata stacchiamo pezzettini da cui ricaveremo strisce di circa 4 cm di larghezza e 20/30 cm di lunghezza. Stendiamo le strisce col mattarello, tagliandole con una rotellina smerlata. Arrotoliamo ciascuna striscia per tutta la sua lunghezza, cercando di comporre una rosa.
Facciamo scaldare dell’olio di semi di girasole in una padella e cuociamoci le cartellate fino a doratura. Lasciamo asciugare i dolci su carta assorbente.
In un’ulteriore padella mettiamo a scaldare del vin cotto o del miele, intingiamovi le cartellate e lasciamo poi raffreddare su un vassoio.
Sarà possibile gustare le cartellate pugliesi calde o fredde, e ultimare la ricetta aggiungendo una spolverata di zucchero a velo o cannella sulla superficie dei dolci.

barlettatimeout.com

barlettatimeout@gmail.com

Nessun commento

Siamo spiacenti non è possibile commentare al momento.

X