Background Image

CANTINA DELLA SFIDA

ORARI DI APERTURA  10.00-14.00 / 16.00-20.00

Giorno di chiusura settimanalelunedì

Ingresso gratuito con esibizione del biglietto di ingresso al Castello o alla Pinacoteca

Visite guidate su prenotazione: 0883 578621

Telefono Bookshop Biglietteria: 0883 578621

 

CANTINA DELLA SFIDA

 

La storica osteria, detta casa di Veleno, è l’edificio oggi noto come la “Cantina della Sfida”.
Fu qui che, secondo la tradizione, venne allestito un banchetto, secondo i costumi cavallereschi, in onore dei francesi che erano rimasti sconfitti durante uno scontro con gli spagnoli.
Il francese La Motte, con spavalderia ed arroganza avrebbe elogiato i suoi soldati e disprezzato gli italiani, qualificandoli come incapaci e traditori.
Inebriati dal generoso vino pugliese, dal fumo dell’olio delle lanterne e dagli odori della carne arrostita, i cavalieri francesi prigionieri, tra i quali spicca la figura del fiero La Motte siedono con i maggiorenti spagnoli tra cui il capitano don Diego di Mendoza.
Quest’ultimo provoca gli avversari comparando il loro valore a quello degli italiani suoi alleati.
La Motte e i suoi uomini non accettano quella che a loro dire è un’offesa: essere paragonati ai “pavidi” italiani. Si tratterà solo di organizzare il combattimento e di scegliere i campioni di entrambi gli schieramenti.
La Cantina di Barletta, all’interno del palazzo che secondo le fonti fu la sede del Gran Capitano delle truppe spagnole in Italia, don Consalvo Fernandez da Cordova, è ancora oggi un luogo suggestivo in cui il visitatore, aiutato dalla fantasia e dalla conoscenza degli avvenimenti storici, può rivivere il momento del lancio dell’offesa.

 

Biglietto cumulativo per Castello, Pinacoteca e Cantina della Sfida
(escluso mostre temporanee)
Intero € 8,00
Ridotto € 4,00

Ingresso gratuito

  • La prima domenica di ogni mese
  • Iniziative di promozione culturale rese note tramite il sito web del Comune di Barletta
  • Cittadini italiani e stranieri che per ragioni di studio, d’ufficio o per compiti speciali abbiano necessità di visionare i beni culturali di che trattasi;
  • Scambi culturali;
  • Cittadini italiani e stranieri portatori di handicap ed un loro familiare o altro accompagnatore;
  • Delegazioni  ospiti dell’Amministrazione comunale;
  • Guide ed accompagnatori turistici e scolastici
  • Minori sino al compimento del 6° anno di età ( accompagnati da persone adulte)
barlettatimeout.com

barlettatimeout@gmail.com

Nessun commento

Siamo spiacenti non è possibile commentare al momento.

X