acquisto di infissi a Barletta

Ormai i tuoi infissi sono usurati ed è ora di cambiarli, ma non sai cosa scegliere? Se vuoi farti un’idea, leggi questo articolo. Partiamo dal presupposto che l’acquisto degli infissi per un’abitazione comporta una spesa , per cui è importante scegliere il prodotto giusto, che ci protegga dal freddo, dalle intemperie, dal caldo e anche dai malintenzionati. Esistono sul mercato diverse tipologie d’infissi: infissi in legno, infissi in legno-alluminio, infissi in alluminio e infissi in pvc e la scelta di una tipologia rispetto ad un’altra è determinata dal tipo di prestazione che si pretende. Vediamoli nel dettaglio. Il legno si sa è un ottimo, forse il migliore, isolante termico ed acustico, nonché di bellezza estetica, anche se molto dipende dalla sua qualità. E spesso, per realizzare gli infissi si sceglie il legno massiccio o lamellare, il rovere, il legno di pino e di teck, che richiedono comunque cura e manutenzione. Quindi, se si ama il legno, ma non si ha il tempo e forse la voglia di prestargli particolari e costanti cure, è meglio scegliere gli infissi legno-alluminio, con il legno all’interno e l’alluminio esterno. Tipologia ideale per chi, appunto, ama il legno e la sua bellezza, ma non molto la sua usura nel tempo che può essere superata annettendo un profilo di alluminio esterno che protegge l’infisso dall’azione degli agenti atmosferici esterni. Infatti, l’alluminio è capace di mantenere tutte le caratteristiche di isolamento termoacustico anche in assenza di manutenzione. Gli infissi in alluminio, invece, sono molto resistenti agli agenti atmosferici e sono molto durevoli nel tempo. L’alluminio è presente in diverse tipologie, anodizzato, ossidato o verniciato ed è molto versatile. Unica pecca: essendo un conduttore naturale, non lo rende un materiale adatto per l’isolamento termoacustico. Ma, per ovviare questo problema, le aziende producono gli infissi in alluminio con la tecnica del “taglio termico”, con la quale si interrompe la continuità del metallo, isolando la finestra da dispersioni termiche.

Autore dell'articolo: barlettatimeout.com